LA STORIA 

Il castello nasce in epoca Normanna, una fortezza con lo scopo di controllare e assicurare l’amministrazione del feudo. In origine possedeva mura, torri e fossato, la sua ultima trasformazione avvenuta dal secolo XVII al secolo XVIII dovuta, come in molti casi nella Terra d’Otranto, per la perdita dello scopo di difesa, le ha dato le forme più gentili e utili a godere di spazi più luminosi e comodi per la vita dei feudatari di quel periodo. 

Il primo feudatario di Scorrano, paese di origine romana, fu Giovanni Galardo de Saumeriaco e in seguito fu di tante famiglie dei vari regnanti della Terra d’Otranto. Alla fine XII secolo il castello e il feudo di Scorrano era di Filippo d’Angiò, poi a fine XIII secolo divenne feudo del principe di Taranto Raimondello Orsini Del Balzo che sposò la contessa di Lecce Maria D’Enghien, della quale era tutore Pasquale Guarini, nostro antenato. A seguire molti altri furono i feudatari di Scorrano e quindi proprietari del castello, i Della Ratta, i Borbone, i Tolomei, i De Capua, i Gonzaga, i Pignatelli, i Maremonti, i Trane.

Infine nel 1687 divenne della famiglia Frisari e nel 1718 fu elevato a ducato. Teresa Frisari duchessa di Scorrano principessa di Tarsia fu l’ultima erede di questa famiglia e sposò nel 1894 Carlo Guarini duca di Poggiardo, portando il palazzo e i titoli nominali nella famiglia Guarini. Dopo il matrimonio con Teresa, Carlo Guarini trasferì la sua residenza a Scorrano lasciando il castello di Poggiardo dove la sua famiglia aveva vissuto sin dal 1400.

Oggi, la nostra famiglia rappresenta la quarta e quinta generazione dei Guarini che ininterrottamente si prende cura di questo castello, uno dei pochi che, nella sua secolare stratificazione di vita, rappresenta un raro esempio di ininterrotta continuità abitativa sin dalla sua origine.

LA CANTINA E LE DEGUSTAZIONI

Oggi all'interno del Castello rinasce la nostra cantina a testimonianza dell'amore e dell'impegno che i Guarini hanno sempre dedicato per la conservazione di questa grande dimora, del territorio agricolo e della produzione di vini autoctoni di Terra d'Otranto.

Riprende vita e torna alla luce la vecchia cantina della corte, il giardino segreto di agrumi e i vecchi seminterrati del castello. Fino alla metà del 900 la produzione e la mescita del vino si svolgeva in questi ambienti, cuore pulsante del paese. 

Vieni a trovarci, vieni a conoscere la storia della Terra d'Otranto e viverla insieme a noi. Degusteremo e confronteremo insieme le nostre CRU di Negroamaro di Terra d'Otranto D.O.P. Scegli la tipologia di degustazione e compila il form in basso per prenotare la visita privata e la degustazione.

DEGUSTAZIONE PRIVATA "ORIZZONTALE"

La degustazione orizzontale vedrà il Negroamaro D.O.P della Terra d’Otranto in diverse tecniche di vinificazione e da diverse zone di coltivazione, per cogliere le diverse espressioni e caratteristiche del vitigno principe della nostra terra.

ORIZZONTALE SEMPLICE: 3 etichette - 30,00 € per persona.

ORIZZONTALE COMPLETA: 5 etichette - 50,00 € per persona.

La degustazione privata viene accompagnata con tarallini friselline olio extra vergine di oliva e prodotti di gastronomia della nostra famiglia (miele, formaggi, sott’oli e salumi).

DEGUSTAZIONE VERTICALE

Per ogni CRU di Negroamaro D.O.P. di Terra d’Otranto coltivato nelle zone della Pianura e delle Serre di Terra d’Otranto scopriremo insieme le differenze espressive dei due Rossi in base al terroir e all’annata, confrontando due annate per ciascuna CRU.

CRU VERTICALE: 4 etichette - 55,00 € per persona.

La degustazione privata viene accompagnata con tarallini friselline olio extra vergine di oliva e prodotti di gastronomia della nostra famiglia (miele, formaggi, sott’oli e salumi).

ORARI, CONTATTI E INDICAZIONI

Gli orari della cantina sono: 9.30-13.00 | 15.30 - 20.00

Siamo a Scorrano in Via Chiarello 11, compila il form in basso e contattaci.

Un saluto dalla Terra d'Otranto,

Carlo e Roberto Guarini

Prenota una degustazione